Part of BillOver 3.0

Articoli

Eolie Music Fest: l’unico concerto in mezzo al mare

Si riparte finalmente

Il 2021 sarà per sempre ricordato come un anno importantissimo, un anno in cui finalmente si può intravedere “la luce in fondo al tunnel” che abbiamo attraversato negli ultimi mesi, a causa della pandemia.

È proprio quest’estate alle porte che sarà simbolo di ripartenza. Una ripartenza fatta di passi proceduti con cautela ma con grande speranza. Ecco quindi che un settore, quello artistico, e più nello specifico quello musicale, che è stato messo in disparte per troppo tempo, segna un grande traguardo: il nuovo via ai concerti.

Dalla terrazza del Pincio di Villa Borghese, all’Umbria Jazz di Perugia, fino a I suoni delle Dolomiti, i concerti all’aperto in Italia sono sempre stati tantissimi durante la stagione estiva. Quelli ospitati nei panorami più suggestivi che la nostra terra possa offrire poi, sono davvero unici. 

Nuovo format

A partire da quest’anno si aggiungerà alla lista uno straordinario evento: l’Eolie Music Fest. 

«Il mare, la musica, un territorio incredibile. Vogliamo ripartire da qui, insieme, tra le onde – racconta il direttore artistico Samuel Romano –. Dopo l’esperienza del lockdown, che ha coinciso con la produzione del mio album, rinchiuso in uno studio, ho sentito la necessità di spazi aperti. Le Eolie sono speciali: qui le persone non vengono solo in vacanza, vengono qui per dare forma a progetti, studi e ricerche. In tanti scelgono questo luogo per viverci. La mia prima volta nelle Eolie è stata a Stromboli, al Teatro Ecologico, un luogo magico, capace di attirare persone straordinarie, con una visione forte. Per questo il programma di Eolie Music Fest vede protagonisti artisti accomunati da una grande passione, che hanno dimostrato subito la loro disponibilità verso un format nuovo e coraggioso».

Dal 23 al 30 giugno un palco-caicco itinerante, lungo 26 metri, attraverserà le isole di Lipari, Stromboli, Vulcano e Salina per offrire uno spettacolo memorabile agli ospiti di barche private o di quelle messe a disposizione dalla stessa organizzazione.

L’idea è di Samuel dei Subsonica che ha chiamato a raccolta alcuni dei suoi amici e colleghi tra cui Colapesce e DimartinoNu Guinea, Bandakadabra, Willie Peyote, The Winstons, Negrita, Coma_Cose, Fulminacci e ovviamente i Subsonica stessi.

Eolie Music Fest è una manifestazione organizzata e promossa da Marea Eventi Srls, con il patrocinio di ENIT, del Comune di Malfa, del Comune di Lipari, Siae e di Assoimprese Eolie. 

 

Il Programma

Orari: ingresso barche a partire dalle ore 14.00 / inizio dj-set a partire dalle ore 16.00 / Inizio concerti ore 18.00

 

mercoledì 23 giugno a LIPARI (Valle Muria, coordinate lon. 14°55’56” – lat. 38°27’25”) – Subsonica (live)

 

giovedì 24 giugno a VULCANO (Gelso, di fronte alla spiaggia dell’Asino – coordinate lon. 14°59’51” – lat. 38°22’7”) – Colapescedimartino (live acustico) + Nu Guinea (dj-set + keys)

 

venerdì 25 giugno a LIPARI (unico evento “a terra”) – Bandakadabra (live acustico itinerante) + Max Casacci (presentazione del libro + dj-set) – Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

 

sabato 26 giugno a SALINA (Località Punta Scario, lon.14°50’15” – lat.38°34’59”): il concerto di  Willie Peyote, Samuel con Bandakadabra (live)

 

domenica 27 giugno a SALINA (Località Punta Scario, 14°50’15” – lat.38°34’59”) – The Winstons (live) + Negrita (live acustico)

 

mercoledì 30 giugno a STROMBOLI (Località Scari, coordinate lon. 15°14’37” – lat.38°48’20”) – Coma_Cose (live) + Fulminacci (live acustico)

 

20, 21, 22, 25, 28 e 29 giugno: sui canali social Eolie Music Fest, le dirette streaming con i personaggi legati all’enogastronomia, alla cultura e alla biosfera del territorio. Tra questi, la chef Martina Caruso che ha firmato la nuova Limited Edition 'Stellati' di Cornetto Algida, ispirato al cannolo siciliano con cialda alla cannella, salsa all'arancia, gelato alla panna con ricotta e granella di pistacchio. Martina, classe '89, è la più giovane chef italiana a ricevere la stella Michelin.

 

Grazie al successo della campagna vaccinale stiamo pian piano tornando alla normalità, ci vorrà del tempo, ma poter partecipare ai concerti è una delle cose che mancava davvero tanto. 

Avere poi la possibilità di collezionare un ricordo così speciale come un concerto fatto in acqua e visto dall’acqua, è davvero magico. 

La voglia di ripartire e di poter condividere di nuovo, anche fisicamente, delle emozioni è un motore che spinge fortemente la creatività. A noi resta solo la scelta.

 

Related posts
Articoli

Quando a sembrare italiani si fa bella figura: il fenomeno dell’Italian Sounding

Articoli

Digital detox: la nostra esperienza di un weekend offline

Articoli

Notte Europea dei Ricercatori a Torino: ci sono anche gli Unfluencers

Articoli

Quando il tuo unico azionista ora è il Pianeta: il caso Patagonia

Rispondi