Part of BillOver 3.0

Articoli

Fermati un Istante: mostra fotografica nella città per la città

Nasce a Milano il progetto di Andrea Fasani fotografo e fotoreporter per ANSA.

Proprio a Milano, nella città dove lo stereotipo dell’essere sempre in corsa e alla rincorsa di qualcosa da fare, di qualcuno da incontrare, dell’appuntamento da non mancare, di… è costantemente presente.

Allora proprio a Milano nasce l’idea Fermati un Istante. Un istante per guardare una foto lasciata sul muro di un edificio, immagine catturata e messa in uno scatto che l’ha fermata nella sua riflessione. È un attimo, una pausa, un fermo immagine.

 

 “…non abbiamo più quei pacchi di fotografie da far sfogliare ai nostri ospiti, ci limitiamo a far osservare lo schermo di un freddo dispositivo elettronico. Abbiamo cellulari, computer, cloud pieni di foto ma si è smarrito il gusto per l’unicità e la magia che può restituirci una foto stampata – scrive sul proprio sito il Fasani – Avevo bisogno di rendervi partecipi, di donarvi una immagine che potesse rappresentare una linea di fuga dalla vostra quotidianità e che spero vi spinga a fermarvi ed osservare. Ho sentito il bisogno di farlo in strada, perché la strada è il mio ufficio, da sempre ne respiro l’odore…

 

L’idea prevede che Fasani stampi alcune delle sue foto e le lasci, opportunamente trattate e protette per resistere a pioggia vento e altri fenomeni, su edifici della città, non in una sola area o zona, ma un po’ ovunque in luoghi sempre diversi. Una mostra non racchiusa nello spazio e nel tempo. Sotto ad ogni foto ci sarà un QR code che darà una descrizione dell’opera.

 

Una mostra fotografica a cielo aperto

 Un modo, quello di Fasani, per “donare” ai milanesi, e non solo, approfittando di questo momento difficile in cui tutto è più rallentato e dilatato, una nuova abitudine, quella appunto di fermarsi un istante per appoggiare lo sguardo e il pensiero verso quell’immagine appesa ad un muro della città, ma anche spostando gli occhi a guardare l’edificio stesso, un attimo più a destra per notare che c’è un’aiuola, oppure alzare la testa e osservare il cielo, che non sempre è grigio e notare che oggi, proprio oggi, è un pochino più azzurro e quella nuvola lì ha una forma divertente.

La prima foto è stata posizionata in Piazzale Baiamonte.

Related posts
Articoli

Guida agli Uffizi

Articoli

Parlare in corsivo: quando i boomer non capiscono i giovani

Articoli

La nascita del linguaggio umano: tra mistero e scienza

Articoli

La storia del Bikini: un indumento... esplosivo!

Rispondi