Part of BillOver 3.0

Articoli

11 settembre 2001: la storia è davvero fatta di momenti chiave?

Tutti noi sappiamo cosa è successo l’11 settembre del 2001, una data fatidica, a tal punto che chiunque l’abbia vissuta ricorda cosa stava facendo in quell’esatto momento.

attentato alle torri gemelle 11 settembre 2001

Quell’11 settembre il mondo assisté attonito alla caduta di un simbolo e di un ideale, e nulla sarebbe stato più come prima.

Ma oggi non voglio raccontarvi la caduta delle torri gemelle: preferisco farvi riflettere sul fatto che nella storia esistono delle date che, proprio come l’11 settembre 2001, sono periodizzanti. Dei giorni fatidici, nei quali la storia è irrimediabilmente cambiata.

Ricordiamo tutti quantomeno l’anno della scoperta dell’America, il 1492, oppure lo scoppio della prima o della seconda guerra mondiale.

Ma la storia è fatta davvero di momenti chiave? Di piccoli istanti che hanno mutato per sempre il corso degli eventi? No, o almeno, in parte.

assassinio Francesco Ferdinando 28 giugno 1914

Facciamo un esempio: la prima guerra mondiale scoppiò per via dell’assassinio dell’erede al trono dell’impero austroungarico Francesco Ferdinando da parte di un nazionalista serbo Gavrilio Princip. Fu la classica “goccia che ha fatto traboccare il vaso”, e allora mi chiedo: quello sparo, nel giugno del 1914 è una data fondamentale? Certo che sì, ma se ci pensiamo lo è solo in relazione a ciò che è successo prima e a ciò che sappiamo succederà in seguito. Preso singolarmente l’omicidio di Francesco Ferdinando fu un attentato, come già ce n’erano stati a milioni in precedenza.

In sintesi la storia è tutta collegata.

È un enorme serie Tv con moltissime stagioni ed episodi, tutti influenzati tra di loro. Certo, in una serie che si rispetti c’è il momento apice, ma lo è solo per quanto accaduto nelle puntate già trascorse, così come nella storia.

Purtroppo, per mancanza di tempo, tendiamo sempre a guardare alla storia come una successione di eventi singoli, figli di un insegnamento scolastico che premia questo tipo di approccio, quando in realtà ogni cosa, come anelli di una catena, è collegata al resto.

Ecco perché quindi parlare di momenti chiave è giusto, ma solo in parte, e ciò che è avvenuto l’11 settembre 2001 non fa eccezione. Fu sì un momento di svolta, ma non per l’evento in sè, quanto più per quello che lo ha provocato e per quello che ha scatenato in seguito. Torniamo a guardare alla storia come una concatenazione di eventi correlati, altrimenti la serie Tv che dovrebbe indicarci gli errori che abbiamo già commesso e che dalla quale dovremmo imparare qualcosa rischia di non piacerci più e rischiamo, irrimediabilmente, di dimenticarcene.

Giacomo Panozzo
About author

Da sempre appassionato delle storie, in generale. Attualmente studia la Storia, con la S maiuscola, all'università. Utilizza la curiosità come strumento per rendere accessibile la materia a tutti, anche a chi non vuole averne memoria.
Related posts
Articoli

Quando a sembrare italiani si fa bella figura: il fenomeno dell’Italian Sounding

Articoli

Digital detox: la nostra esperienza di un weekend offline

Articoli

Notte Europea dei Ricercatori a Torino: ci sono anche gli Unfluencers

Articoli

Quando il tuo unico azionista ora è il Pianeta: il caso Patagonia

Rispondi