Part of BillOver 3.0

Articoli

Lui è un cardigan rosa: sii come lui.

Lui è un maxi cardigan rosa.

Arrivato a casa in un pacchetto rosa e bianco, direttamente da Ladispoli (Rm), in 2 giorni lavorativi. Senza deviazioni o soggiorni non pagati in remoti magazzini a Timbuctù.

Il rapporto qualità-prezzo è uno dei suoi punti forti; forse la lana di cui è fatto non proviene dalla pecora più villosa della Mongolia, motivo per cui per comprarlo non bisogna accendere un mutuo, ma di certo non è di quei materiali al cui solo contatto ci si trasforma in la Torcia Umana dei Fantastici 4.

È lungo fino alla caviglia, da indossare anche come cappottino (addirittura smart, si), caldo ed avvolgente, ed è morbidissimo.

Il suo colore è quello che SERVE in questo momento. Ecco perché:

Il rosa è un colore positivo, vibrante, rassicurante, evoca un senso di tranquillità ed ottimismo, richiama gioia e felicità; è associato all’infanzia, alla bellezza, al fascino. Simboleggia la speranza, induce calma e allontana lo stress. Spesso accostato al concetto di femminilità, è stato il colore di numerose campagne e lotte sociali, così da diventare il colore del potere, della rivoluzione.

Questo 2020 non è stato proprio un carnevale di Rio, anzi volendogli dare il titolo di un film “Catastrofe a catena” è quello che meglio lo descrive. Il rosa è portatore di significati e simboli che ora più che mai dovremmo far nostri: indossandolo è come sece ne appropriassimo.

Questo cardigan rosa è un prodotto totalmente made in Italy, non è fast ma È fashion. Scegliere di acquistarlo equivale a sostenere attività nostrane (apprezzabile, visti i tempi incerti cui va incontro il nostro Paese) e contribuire a limitare l’impatto che la produzione delle grandi catene ha sull’ambiente.

Sii come questo cardigan rosa:

-morbido e flessibile, per affrontare al meglio i cambiamenti repentini che si scorgono all’orizzonte, anzi che si vedono proprio, distinguibili come un elefante in un negozio di cristallo;

-rosa, ottimista, speranzoso e calmo. L’altra opzione è essere verdi, ma non credo convenga tanto;

-sostenitore e alleato della propria squadra. Restiamo a casa, in tutti i sensi;

-slow. Che pensandoci bene, fast non è mai stata una grande qualità;

-made in Italy. Ci siam mica dimenticati che “Italians do it better?”

Scritto da: Anastasia Giangrande

Related posts
Articoli

Quando a sembrare italiani si fa bella figura: il fenomeno dell’Italian Sounding

Articoli

Digital detox: la nostra esperienza di un weekend offline

Articoli

Notte Europea dei Ricercatori a Torino: ci sono anche gli Unfluencers

Articoli

Quando il tuo unico azionista ora è il Pianeta: il caso Patagonia

Rispondi