Part of BillOver 3.0

Articoli

Molise, il primo stabilimento di riciclo della plastica

“Il Molise non esiste”. Eppure, nella regione più sconosciuta d’Italia, ecco comparire dal nulla l’unico sito industriale del Sud in grado di produrre plastica riciclata. E sarà anche uno dei più avanzati dell’intera UE.

All’inizio della vicenda abbiamo uno scenario purtroppo abbastanza consueto: la multinazionale Unilever, proprietaria dello stabilimento di Pozzilli, al confine tra Molise e Campania, comincia a manifestare l’intenzione di diminuire la produzione di detersivi per la casa. Scarsa marginalità, la motivazione. Ossia, ci si guadagna poco. I lavoratori vanno in fibrillazione, scattano le proteste sindacali, il consueto, triste scenario. Il Molise non esisterà pure, a livello di battuta ma, senza posti di lavoro, finirebbe per non esistere davvero…

 

Molise, centro di riciclo per la plastica

Questi sono tempi strani, di sofferenza sì ma anche di cambiamenti epocali. E succede qualcosa che rientra perfettamente in questo cambio di prospettiva. Da un lato il Governo italiano, all’interno di direttive comuni europee, preme per un cambio di rotta, per una “transizione ecologica”, per una nuova forma di economia che sia “circolare”, ossia che non butti ma ricicli, rimetta quindi nel ciclo di uso e produzione tutto ciò che fino ad oggi veniva buttato, scartato, rifiutato. Dall’altro abbiamo una multinazionale che nel passato ha avuto grossi problemi nel mondo per accuse di inquinamento, di deforestazione effettuata per impiantare palme da olio, di scarsa, se non assente, attenzione nei confronti dell’ambiente, e che ora sta cambiando profondamente le proprie politiche industriali e ambientali.

 

Nasce così l’idea di riconvertire lo stabilimento di Pozzilli, trasformandolo nell’unico centro di riciclo per contenitori di plastica del Sud d’Italia, tra l’altro mantenendo l’occupazione o prepensionando i lavoratori in eccesso a proprie spese. Viene così risolto anche un grave paradosso: a fronte di una crescente percentuale di riciclo della componente plastica post produzione in tutto il Sud, ad oggi ancora manca completamente un sito dove lavorarla, per cui una gran parte del materiale riciclato viene mandato agli inceneritori o nei cementifici e usate come inerte per l’edilizia. 

 

Stabilimento di Pozzilli: da detersivi a materie plastiche

L’opera di riconversione prevede tempi relativamente brevi: un anno e mezzo, due al massimo. In questo periodo i lavoratori verranno formati per partecipare alla nuova produzione e all’uso dei macchinari d’avanguardia che verranno usati nel sito industriale. La riconversione avverrà grazie alla collaborazione tra la multinazionale Unilever e l’italiana Seri Plast, leader nella gestione finanziaria e di marketing nel settore delle materie plastiche. Un fatto importante è che il primo acquirente della nuova produzione sarà la stessa Unilever, avviandosi così verso il raggiungimento dei nuovi obbiettivi aziendali: forte diminuzione dell’uso di plastica vergine per i nuovi contenitori da mettere nel mercato, raggiungere un volume di plastica recuperata e riciclata maggiore di quella venduta, il raggiungimento del 100{3dd2bd5a22f99a55602ae14b4412ae2c0f6006ace112e0ec86ec9e87db2e765b} nella progettazione e nella produzione di imballaggi completamente riciclabili, riusabili o addirittura compostabili da parte di noi utenti. 

 

Pare, dico, pare che questa terra incognita che ancora oggi è il Molise, questa terra snobbata da tutti per secoli, sconosciuta ai più e che ancora conserva angoli di natura antica, borghi arcaici, storie secolari e segrete, pare, appunto, che possa essere partecipe del presente nel modo migliore, diventando leader europeo di un settore dell’economia circolare. In una terra contadina, come è stata per secoli l’intera Italia, dove per tradizione “non si buttava via niente”, il ritorno in chiave contemporanea di questa saggia visione del mondo sembra un segno di speranza. “Il Molise ̶n̶o̶n̶ ̶e̶s̶i̶s̶t̶e̶ resiste”.

 

Related posts
Articoli

Perchè mio figlio dice "Io muoro"? Ecco come imparano a parlare i bambini!

Articoli

Telegram fa educazione sessuale: EdSexBOT

Articoli

Differenza tra lingua e linguaggio: quello che forse non sapevi

Articoli

Il test dello specchio: cos'è e quali animali lo superano

Rispondi