Part of BillOver 3.0

Articoli

Sangiovanni: “Puoi essere un esempio… io voglio essere un esempio”

La settimana scorsa, durante il daily time del programma Amici di Maria De Filippi, la ballerina Giulia ha confidato ad un altro concorrente, Sangiovanni, di sentirsi a disagio con il suo corpo, di sentirsi brutta

È una scena che quasi rientra nella normale amministrazione. 

Insomma, quante volte ci siamo ritrovati davanti allo specchio e non ci siamo sentiti a nostro agio con l’immagine che vi abbiamo vista riflessa? 

Oddio, sono orribile! Ma questa pancia? Ma come le copro queste occhiaie? Ma cosa penserà la gente se metto questa maglietta?” Almeno una volta nella vita è capitato a tutti.  Il valore della diversità

Ciò che però ha conquistato il web è stata però la risposta di Sangiovanni, che non è rimasto indifferente alle confidenze dell’amica e l’ha rincuorata con queste parole:  “Tu eri quella diversa dagli altri, cosa c’è di meglio che questo?! Ora io ho 18 anni, mi vesto di rosa e mi metto lo smalto alle unghie. Eppure cosa mi importa? Cosa importa a te? Piuttosto di arrivare a dire ‘mi piacerebbe essere bella’, perché non arrivi a dire che sei diversa e che lo devono accettare tutti? Perché sono sicuro che la ragazzina che a casa ti guarda e si rivede in te, smette di soffrire per queste cagate. Il ragazzino che si vuole vestire colorato, che vuole essere femminile, che vuole amare un uomo o mettersi lo smalto… lo fa. Puoi essere un esempio, io voglio essere un esempio”.  Questo meraviglioso discorso, carico di bellezza e umanità, culmina con un’esibizione andata in diretta sabato 30 gennaio in cui Giulia sembra aver tradotto le parole dell’amico in danza: la coreografia comincia con la ballerina che va a dormire ossessionata da voci che la scherniscono. “Prima di ridere sistemati i denti! Ma non lo vedi che non piaci a nessuno? Sei inutile, sei brutta” continua a ripetere il brano in sottofondo. Ma la giovane, inizialmente titubante, dimostra danzando di fare un percorso per cui si libera di queste voci e quando torna a dormire lo fa abbracciando la sua immagine riflessa allo specchio. 

Dalle parole di Sangiovanni al balletto di Giulia

Le parole di Sangiovanni, nome d’arte del 18enne Giovanni Damian, non hanno solo colpito il cuore della ballerina a cui erano destinate e che ci ha poi regalato questa toccante esibizione, ma è diventato virale sul web creando un battito sulla diversità che ha tenuto banco per giorni e dimostrando così che questa lezione di vita era diretta un po’ a tutti noi. 

Ci ha ricordato che, in un mondo in cui apparire è diventata la normalità, essere se stessi dovrebbe invece essere la priorità, che dovremmo imparare ad abbracciare noi stessi e apprezzarci per quelle caratteristiche ci rendono unici, che la diversità è un valore importante che non va nascosto ma vissuto con naturalezza. 

“Puoi essere un esempio… io voglio essere un esempio” e noi non possiamo augurarci davvero che queste parole siano d’esempio per il pubblico di giovani telespettatori che seguono la trasmissione, perché solo essendo è possibile costruire un mondo migliore. 

Related posts
Articoli

Caso Chiara Ferragni-Balocco: si può fare vera beneficenza sui social?

Articoli

De gustibus… Le abitudini alimentari più particolari nel mondo

Articoli

Donazione d'organi: tutto ciò che vi serve sapere

Articoli

Gli Unfluencer al Festival dell’Innovazione e della Scienza: il cambiamento della società tra social e linguistica

Rispondi